2009 Ville Venete - Gruppo Alpini Crocetta del Montello

Vai ai contenuti
Ville Venete
5 luglio 2008
Bisogna proprio dire che la scelta di questa gita è stata ottimamente azzeccata.
Sarà stata la splendida giornata estiva ma non troppo calda, la tranquillità del viaggio, la bravura della nostra guida e del capitano della nave, la maestria della cucina di bordo che ci ha preparato un ottimo pranzo, fattostà che è stata una bellissima giornata.
La partenza da Piazza Marcato è avvenuta, come previsto, alle sette in punto, dopo aver risolto, grazie anche all’autista che, considerato il breve tragitto ha chiuso un occhio, un contrattempo (60 passeggeri sul pullman che aveva soltanto 57 posti) che non dovrà mai più ripetersi.
Quindi il veloce viaggio fino a Strà e arrivo nel parcheggio di Villa Pisani anche con un certo anticipo rispetto all’orario di apertura della Villa.
Nell’attesa qualcuno ne approfitta per un caffè al bar, mentre nel frattempo arriva la nostra guida, Irene, brava e simpatica, che ci accompagnerà fino al termine del-la giornata.
Quindi la visita della maestosa villa e del suo bellissimo parco nel quale si trova anche un piccolo labirinto.
Giunge il momento dell’imbarco che avviene proprio di fronte alla villa e ci avviamo dolcemente verso Dolo.
Dopo aver attraccato, Irene ci conduce per una breve visita al centro della cittadina rivierasca mentre a bordo apparecchiano per il pranzo, ottimo e abbondante, dopo aver sorseggiato anche un buon aperitivo.
La navigazione ci porta poi, attraverso le varie chiuse che ci fanno via via superare il dislivello fino al mare, a Villa Valmarana e, successivamente, a Villa Foscari, detta “La Malcontenta”, entrambe visitate con l’illustrazione puntuale di Irene.
Infine l’arrivo a Fusina, dove ci aspetta il pullman che ci riporterà a casa, non prima di averci offerto lo spuntino che tiene nella sua “pancia”, fatto di pane, soppressa, salame, formaggio, della buona frutta, l’immancabile prosecco e anche ovviamente un po’ di acqua che servirà soprattutto per… lavarci le mani.
Insomma, abbiamo ancora una volta trascorso una bella giornata in allegria e serenità, senza farci mancare nulla, tranne, semmai, che il gruppo poteva essere più numeroso e riempire la barca.
Alla prossima!
Torna ai contenuti